Caltagirone


La fondazione del primo convento porta la data del 1550, costruito in contrada “Semini”. Ma i frati dovettero subito lascairlo. Nel Capitolo Provinciale tenutosi a Vizzini il 28 giugno 1585, infatti chesero ed ottennero licenza di costruire un nuovo convento più vicino e più consono ai bisogni della città.
La nuova costruzione, ubicata accanto alla chiesetta della Madonna Odigitria, ebbe termine nel settembre del 1598.
Nel 1606 maturò la vocazione e a santità del servo di Dio P. Innocenzo Marcinò. Per suo interessamento la Chiesa fu arricchita di capolavori:le tele di Fr. Semplice di Verona, l’artistico Tabernacolo e il grandioso reliquiario.
Nel 1866 con la soppressione, i frati furono costretti a lasciare il convento e la chiesa che furono riaperti solo il 14 novembre 1955.
In questi ultimi anni sono state restaurate tutte le antiche opere d’arte, la sacrestia e la cappella dove riposano le spoglie del Servo di Dio. È stata realizzta la Pinacoteca ricca di opere rare e preziose; il coro è stato trasformato in museo di arte sacra. Nella Cripta sotto la chiesa è stato creato un presepe permanente e per ricordare il 350° della morte del P. Innocenzo è stato innalzato un monumento in marmo alto sei metri con una statua in bronzo di due metri.
La presenza dei frati si caratterizza soprattutto nel promuovere la devozione a P. Innocenzo e nell’accoglienza semplice e premurosa dei pellegrini.


FERIALE:
07:30 S. Messa

FESTIVO:
07:30 S. Messa
09:30 S. Messa

* Ultima domenica di Settembre: commemorazione del Venerabile P. Innocenzo da Caltagirone.


Via Cappuccini, n. 138 CAP: 95041 Caltagirone Tel.093321753