Melilli


Era il 19 Marzo 1617 quando don Antonio Parisi vicario foraneo della città, pose la prima pietra per la fondazione del convento.
Nel 1620 vi si insediava la prima comunità religiosa e vi fu assegnato primo guardiano il P. Gianbattista da Castrogiovanni.
Nel 1693 venne quasi del tutto distrutto dal terremoto in cui persero la vita parecchi frati compreso il guardiano P. Felice da Melilli.
Ricostruito con l’aiuto dei benefattori venne lesionato da altre forze sismiche nel 1848 e in questa circostanza sia al convento che alla chiesa vennero applicate delle catene di contenimento ancora visibili. Anche nel terremoto del 13 dicembre 1990 subì dei danni. Il convento non certo grande, sorge su un altipiano. L’abate Pirri lo chiama “nobile ed ameno convento”.
La chiesa dedicata a “S. Francesco”, rispetta lo stile francescano con due cappelle laterali e cinque altari. L’altare maggiore è impreziosito da un’opera del pittore Messinese raffigurante l’adorazione dei Magi. Di pregevole valore sono gli altari e la Custodia opera di F. Angelo da Mazzarino, coadiuvato forse dallo scultore Sapia. Piccola ma certamente preziosa è la statua in legno dell’Immacolata della “a Maculatedda”, verso la quale il popolo nutre tanta devozione.


FERIALE:
19:00 S. Messa (18:30 Ora solare)

FESTIVO:
18:30 S. Messa 18:00 (Ora solare)
19:30 Vespri

* Il Venerdì ore 17:00  Adorazione Eucaristica

Visita il sito Web


Via Cappuccini CAP: 96010 Melilli Tel.0931/951374