NEWS

La preghiera. Tutte le volte che il Papa ha recitato l'Angelus dal Gemelli

Francesco, che sta meglio, si affaccerà questa domenica per pregare e benedire i fedeli dal Policlinico, come già fece per 22 volte san Giovanni Paolo II. I messaggi dei piccoli degenti a Bergoglio
La statua di Giovanni Paolo II nel cortile del Policlinico Gemelli di Roma

La statua di Giovanni Paolo II nel cortile del Policlinico Gemelli di Roma - Ansa

 

 

Il Papa sta decisamente meglio, non ha più avuto febbre, e domani reciterà l’Angelus dal Gemelli. Lo ha annunciato ieri il portavoce vaticano, Matteo Bruni, nel consueto punto sulle condizioni del Pontefice. Si apprende che Francesco, giovedì, «ha trascorso una giornata tranquilla, con un normale decorso clinico. Ha continuato ad alimentarsi regolarmente ed ha proseguito le cure programmate». Inoltre «ha passeggiato nel corridoio ed ha ripreso il lavoro alternandolo con momenti di lettura di testi». Nel pomeriggio «ha celebrato la Santa Messa nella Cappellina dell’appartamento privato alla quale hanno partecipato quanti lo assistono in questi giorni di degenza. Dopo il lieve episodio febbrile, il Santo Padre è apiretico».

Infine l’annuncio che reciterà l’Angelus dal Gemelli. «Il Santo Padre – ha concluso Bruni - ringrazia per i numerosi messaggi di affetto e vicinanza che quotidianamente riceve e chiede di continuare a pregare per lui». Tra gli altri gli sono arrivati i disegni dei bambini del reparto di oncologia pediatrica del Gemelli, ai quali il Papa aveva fatto pervenire il suo saluto. Come informa Vatican News, hanno scritto: «Abbiamo saputo che non stai tanto bene e che adesso ti trovi nel nostro stesso ospedale. Anche se non possiamo vederci ti mandiamo un forte abbraccio e ti auguriamo di guarire presto».

 sabato 10 luglio 2021

fonte: https://www.avvenire.it/