NEWS

Alla scoperta delle origini: il cammino dei cappuccini

La proposta di pellegrinaggio/percorso alle radici dell’Ordine dei Frati Cappuccini nasce dalla consapevolezza di un patrimonio grande che i nostri frati ci hanno consegnato, che può essere condiviso con molti, passo dopo passo.

Il Cammino dei Cappuccini è un percorso di quasi 400 km da fare a piedi (e dal prossimo anno anche in bicicletta) che attraversa i luoghi che hanno segnato gli inizi dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini: tra cui l’ eremo dell’Acquarella ad Albacina, il convento di Renacavata a Camerino e altri antichi conventi cappuccini e luoghi in cui la presenza dei primi frati ha lasciato tracce profonde e durature, in particolare con i suoi santi. Il cammino offre dunque l’opportunità di ripercorrere la storia dei Cappuccini e di apprezzarne in maniera tangibile la spiritualità, anche attraverso l’incontro con i religiosi di oggi. Il romanzo storico Lo spirito dei cappuccini, scritto appositamente per il pellegrino e in dialogo con lui, aiuterà il camminatore a conoscere e a gustare l’avventurosa nascita dell’Ordine Cappuccino; inoltre, per arricchire ulteriormente l’esperienza del cammino, a breve saranno fruibili dei podcast spirituali che accompagneranno il pellegrino tappa dopo tappa. Il Cammino dei Cappuccini è un’esperienza integrale e un’opportunità pastorale di incontro con i pellegrini, che potranno essere accompagnati, accolti e ospitati nei nostri conventi.

Il percorso si snoda in 17 tappe. Parte dal Colle dei Santi di Fossombrone, ha il suo centro nel convento di Renacavata a Camerino, e termina sulla tomba di San Serafino da Montegranaro ad Ascoli Piceno. Il cammino è un continuo saliscendi con un chilometraggio medio delle tappe di 21,5 km (le più corte di 17 km, la più lunga di 27 km) e i dislivelli sono talvolta piuttosto considerevoli, perciò è sconsigliabile intraprendere il cammino senza una buona dose di allenamento previo. Il cammino può essere compiuto tutto in una volta o suddiviso in due o più parti a seconda delle disponibilità di tempo di ciascuno. In ogni tappa è possibile sostare in diversi tipi di alloggio che sono indicati nel sito del cammino: conventi o altre strutture religiose, bed & breakfast, agriturismi o hotel, con i quali è stata stipulata una convenzione per offrire prezzi di favore ai pellegrini, come anche molti ristoratori si sono resi disponibili a offrire un “menù pellegrino” a 15 € per venire incontro alle necessità di tutti.

Come in ogni cammino che si rispetti, al pellegrino è consegnata una Credenziale nella quale riceverà in ogni tappa un timbro, e al termine del cammino verrà a lui consegnato un Testimonium che certifica il cammino compiuto e che rimane un bel ricordo dell’esperienza vissuta. Una vera e propria guida cartacea del cammino sarà disponibile solo a partire dal prossimo anno; nel frattempo però il cammino può essere già percorso in piena sicurezza con l’aiuto della segnaletica posta lungo la strada e scaricando gratuitamente dal sito le tracce GPX e le descrizioni PDF di ogni tappa.

Infine, ogni altra e più dettagliata informazione la si può trovare nel sito https://www.camminodeicappuccini.it/, che è stato tradotto in sette lingue per essere accessibile a tutti i cappuccini del mondo e a coloro che essi vorranno accompagnare, come sono già attive la pagina facebook https://www.facebook.com/ilcamminodeicappuccini e quella Instagram https://www.instagram.com/ilcamminodeicappuccini/ in cui è possibile seguire tutti gli aggiornamenti. A questo punto, non resta che trovare qualche giorno libero, allenarsi un po’, preparare lo zaino e partire, ricordando quanto scrive san Francesco nella Regola: che i frati non si approprino di nulla e vadano come pellegrini e forestieri in questo mondo. Buon cammino pellegrini!

fonte: www.ofmcap.org